• LOGIN
  • Nessun prodotto nel carrello.

Yoga e ciclo mestruale: quale il rapporto?

Il primo ciclo mestruale per una ragazza è un evento straordinario e, insieme, sconvolgente: inizia una nuova fase della vita, spesso connotata da difficoltà, dolori e disagio.

Sì, perché un evento naturale come il ciclo mestruale è spesso visto come scomodo, pericoloso e doloroso a prescindere.

Eppure, esistono modi grazie ai quali affrontare il ciclo mestruale senza drammi e cercando di assecondare i ritmi del proprio corpo.

Lo yoga e il ciclo mestruale sono in grande connessione tra loro, e le donne dovrebbero saperlo!

Praticare yoga nel modo giusto può aiutare a stare meglio in ogni fase del proprio ciclo, a prevenire il dolore, a ristabilire un equilibrio dal punto di vista psicofisico.

Dico questo da donna con problemi abbastanza importanti sotto questo punto di vista: una diagnosi di ovaio policistico a 20 anni, e una serie di effetti collaterali spesso spaventosi, che mi hanno indotta ad indagare il ciclo, le sue fasi e anche la correlazione tra le mestruazioni e il resto del corpo.

Il risultato è stato proprio questo: una maggiore consapevolezza, ma anche una voglia di divulgare e di coinvolgere le altre donne.

Lo yoga e il ciclo mestruale nelle sue diverse fasi

Sappiamo che il nostro ciclo mensile attraversa tre principali fasi, ma sappiamo anche che all’interno di queste si verificano cambiamenti continui che dobbiamo essere in grado di percepire e di assecondare.

Sì, perché spesso ci è stato detto che dobbiamo “combattere” il ciclo, i dolori e le difficoltà, mentre l’approccio olistico è di tutt’altro avviso!

Dobbiamo imparare a conoscerci in modo da affrontare con maggiore consapevolezza le fasi del nostro ciclo, senza combatterle.

Così, praticare yoga durante tutto il mese ci farà notare come in alcuni periodi il nostro corpo sia più forte, mentre in altri sia stanco e non abbia molta voglia di fare fatica!

Uno yoga che segua il ciclo mestruale deve tenere conto di queste differenze, e deve adattarsi.

Così, ad esempio, lo yoga può aiutare a ridurre i sintomi della sindrome premestruale, può aiutare con il flusso troppo abbondante e, più in generale, a prendere coscienza dei nostri ritmi e della nostra unicità.

Lo yoga durante il flusso mestruale

In molti casi ci si chiede se praticare yoga durante la presenza del flusso sia consigliato. La risposta è, come sempre: dipende!

Un po’ come lo yoga in gravidanza, che può essere praticato solo dal secondo trimestre per chi non lo abbia mai approcciato, così la pratica dello  yoga durante i giorni delle mestruazioni può essere più o meno indicata a seconda della propria situazione.

Io, ad esempio, pratico yoga durante tutto il mese, anche perché lo insegno! Tuttavia, invito le mie allieve ad evitare alcune pratiche, soprattutto quelle dedicate alle posizione invertite, nei primi due giorni di flusso.

Ogni corpo, però, è diverso ed è proprio per questo che ogni donna saprà ascoltarsi e saprà capire come adeguare la propria pratica.

 

Lo yoga e le patologie “mestruali”

Come ho detto, io ho una sindrome che rende non solo il ciclo, ma anche la fertilità, molto difficile e complessa.

Tante donne, come me, si trovano ad affrontare l’ovaio policistico, ma anche l’endometriosi e moltissime altre patologie che vanno a toccare il ciclo.

Lo yoga, in questi casi, cosa può fare? La pratica può aiutare a recuperare un equilibrio generale a livello del corpo, ma da solo non può guarire le difficoltà mestruali.

Chi vi dicesse che solo con la pratica dello yoga potrete rimanere incinte, vi sta prendendo in giro! Il corpo femminile è talmente complesso da avere bisogno di molta attenzione, soprattutto nel momento in cui si faccia riferimento alla fertilità.

Certo, lo yoga è un esercizio sano, che non aumenta i livelli di cortisolo (sempre se ben praticato!) e che, quindi, può aiutare molto a ridurre anche le conseguenze di problematiche come la PCOS.

Tuttavia, per ottenere un risultato dovrete cambiare lo stile di vita, e per farlo dovrete rivolgervi sempre a personale specializzato.

Soprattutto, lo yoga può aiutarvi a cambiare la vostra mente, a non farvi vedere le difficoltà dove non ci sono, a non dare retta a chi vi dice che non avrete mai un bambino, o che non potrete mai vivere una vita piena e felice!

Non date il diritto di decidere del vostro corpo a chi non lo abita!

Riprendete in mano voi stesse, con la dolcezza che lo yoga insegna, e se volete farmi qualche domanda potete sempre scrivermi all’indirizzo [email protected]

Un abbraccio,

Stefania

0 responses on "Yoga e ciclo mestruale: quale il rapporto?"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

top
TorinoYoga.it e' una scuola del gruppo ShantaPani School
X